Come è noto l'ENAM (Ente Nazionale Assistenza Magistrale) Ente funzionante solo ed esclusivamente tramite il contributo obbligatorio dei docenti (e Dirigenti) di Scuola dell'Infanzia e Primaria fu fatto confluire prima nell'INPDAP e, successivamente, nell'INPS, che continua ad operare sullo stipendio le ritenute obbligatorie e che offre qualche servizio analogo a quelli offerti dall'ex ENAM. Tra questi i soggiorni climatici nelle “case del maestro” di proprietà dell'ENAM e, ora, trasferite all'INPS.

Il 29 agosto 2019 l'INPS ha pubblicato il bando di concorso per i soggiorni invernali 2019-20 presso le Case del Maestro. I soggiorni sono riservati agli iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale in servizio o in pensione e ai loro parenti entro il secondo grado. Possono beneficiare dei soggiorni anche i vedovi e gli orfani di iscritti e pensionati, minorenni alla data di scadenza del bando, insieme all'altro genitore o al tutore.

I soggiorni invernali si svolgeranno presso le strutture indicate, dal 27 dicembre 2019 al 5 gennaio 2020. La durata del soggiorno è di dieci giorni (nove notti), con pensione completa e servizi accessori.

La domanda deve essere trasmessa dalle 12 del 16 settembre alle 12 del 4 ottobre 2019. All'atto della domanda è necessario essere in possesso dell'attestazione ISEE.

Una volta pubblicata la graduatoria coloro che si trovano in posizione utile dovranno effettuare la scelta prioritaria della sede del soggiorno. Sarà possibile indicare, volendolo, anche tutte e cinque le case di soggiorno, ovviamente in ordine di preferenza.

Le “Case del Maestro” disponibili sono quelle di:

  • S. Cristoforo al lago (Trento)
  • Fiuggi (Frosinone)
  • Lorica di Pedace (Cosenza)
  • Silvi Marina (Teramo)
  • Roma, piazza dei Giochi Delfici.

Torna su