I dipendenti della scuola che non hanno raggiunto entro il 31/12/2021 i requisiti per la pensione c.d. “Quota cento” e che pertanto non hanno presentato le dimissioni dal servizio con decorrenza 1/9/2021, esaminando con attenzione la loro Posizione Assicurativa Gestione Pubblica e con l’aiuto del servizio consulenza pensioni del sindacato al quale sono iscritti, potrebbero individuare periodi e servizi valorizzabili e così raggiungere i 38 anni di contributi ed andare in pensione con quota 100 dal 1/9/2023.