Il Tar del Lazio, sez. III bis, che dovrà esaminare i ricorsi per la partecipazione al concorso scuola 2016, ha emanato un comunicato, che si allega, con il quale, dopo aver premesso che le dotazioni organiche del Tar non consentono in tempi brevi l’esame di tutte le istanze cautelari presentate, ha chiarito che per tutelare i ricorrenti saranno comunque adottate decisioni alternative ai provvedimenti cautelari (ad es. sessione riservata di esame per coloro che ottengono una decisione giudiziale di merito favorevole).

Come ben si comprende, la scelta inusuale del TAR lascia intendere che l’orientamento è quello di non adottare provvedimenti cautelari ma sentenze di merito rimandando ad eventuali sessioni aggiuntive la partecipazione al concorso.