Il D. Lgs. 13 aprile 2017, n. 59, ha modificato notevolmente il sistema di formazione iniziale e accesso ai ruoli come insegnanti nella scuola secondaria di 1° o di 2° grado.

Per essere assunti in ruolo è previsto:

  • un concorso pubblico nazionale, indetto su base regionale o interregionale, per esami e titoli al fine di selezionare i candidati all'accesso ad un successivo percorso FIT su posti comuni e di sostegno nella scuola secondaria;
  • un successivo percorso triennale di formazione iniziale, tirocinio e inserimento nella funzione docente (percorso FIT), differente fra posti comuni e posti di sostegno, destinato ai soggetti vincitori del suddetto concorso;
  • una procedura di accesso ai ruoli a tempo indeterminato, previo superamento delle valutazioni intermedie e finali del percorso FIT.

Il percorso FIT consiste in:

  1. un primo anno richiede la frequenza obbligatoria, con oneri a carico dello Stato con momenti di tirocinio nelle scuole, è finalizzato al conseguimento del diploma di specializzazione all'insegnamento nella scuola secondaria, specifico per la classe di concorso o per il sostegno;
  2. un secondo anno di formazione, tirocinio e primo inserimento nella funzione docente;
  3. un terzo anno di formazione, tirocinio, e inserimento nella funzione docente.

Per partecipazione al concorso bisogna essere in possesso dei seguenti due requisiti:

  • titolo utile per l’accesso alla classe di concorso richiesta (se nel piano di studi non ci sono le discipline o i crediti richiesti, bisogna integrare prima dell’indizione del concorso)
  • 24 CFU nelle discipline antropo – psico – pedagogiche ed in metodologie e tecnologie didattiche come previsto dal decreto Miur 10 agosto 2017, n. 616.

Per l'acquisizione dei 24 CFU nelle discipline antropo – psico – pedagogiche ed in metodologie e tecnologie didattiche si vedano gli  articoli precedenti:

Il D. Lgs. 59/2017, agli art. 17 e 18, prevede una fase transitoria per i docenti già abilitati e per i docenti non abilitati con almeno 3 anni di servizio. Per costoro non è necessario il possesso dei 24 CFU

La Fase transitoria prevede due distinte procedure concorsuali.

La prima è riservata ai docenti abilitati e specializzati mentre la seconda è riservata ai docenti non abilitati con almeno 3 anni di servizio. 

Il concorso previsto per i docenti abilitati e specializzati si baserà su una procedura concorsuale per soli titoli e un colloquio, non selettivo, di natura didattico-metodologica.

Sarà consentito partecipare alla procedura concorsuale in un’unica regione per tutte le classi di concorso o tipologie di posto per le quali sia abilitati o specializzati.

Per quanto riguarda l’esclusione alla partecipazione del personale già di ruolo, stabilita dal D. Lgs. 59/2017 si dovrà tener conto della Sentenza della Corte Costituzionale n. 251 del 8 novembre 2017  con la quale viene dichiarata illegittima  l'esclusione dalla partecipazione ai concorsi pubblici per il reclutamento del personale docente degli insegnanti già assunti con contratto a tempo indeterminato nelle scuole statali.

I concorrenti saranno graduati, in una graduatoria regionale di merito ad esaurimento, sulla base dei titoli e della valutazione del colloquio, che peserà per il 40% rispetto ai titoli.

Da tale graduatoria i docenti saranno poi ammessi, per scorrimento, ad un percorso di un solo anno corrispondente al terzo del percorso FIT, superato il quale potranno accedere al ruolo.

La seconda è riservata ai docenti non abilitati con almeno 3 anni di servizio 

Il concorso riservato a tali docenti consisterà in una prova scritta e una orale. Il requisito dei 3 anni di servizio, anche non continuativo, deve essere posseduto entro il termine di presentazione delle domande di partecipazione al concorso e deve essere stato maturato negli otto anni precedenti.

Anche a costoro è consentito partecipare alla procedura concorsuale in un’unica regione per le classi di concorso o tipologie di posto per le quali abbia maturato un servizio di almeno un anno.

I vincitori del concorso verranno ammessi al percorso di formazione iniziale, tirocinio e inserimento nella funzione docente (percorso FIT), svolgendo il primo e il terzo anno. Superato il percorso FIT potranno accedere al ruolo.

Torna su