L’INPS ha emanato il Messaggio n. 1399 del 29 marzo 2018 avente per oggetto:" Polo Unico per le visite fiscali. Riepilogo e aggiornamento delle disposizioni vigenti".

Il Messaggio fornisce una sintesi delle disposizioni vigenti in materia e delle istruzioni operative diramate e ricorda che è stato istituto il Polo Unico per le visite fiscali attribuendo all’ente la competenza sui controlli della malattia dei dipendenti del settore pubblico, lasciando invariata la preesistente competenza sui controlli della malattia dei lavoratori privati che non è stata modificata.

Per i dipendenti delle Pubbliche Amministrazioni le fasce orarie di reperibilità rimangono fissate dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18 con obbligo di reperibilità anche nei giorni non lavorativi e festivi.

Il dipendente pubblico è tenuto, qualora debba assentarsi dal proprio domicilio (ad esempio, per visita medica o altri giustificati motivi), ad avvisare unicamente la propria amministrazione, la quale provvederà a trasmettere l’informazione all’Inps.

Il Messaggio ricorda anche che, ai sensi dell’articolo 12 della legge n. 67/1988, gli accertamenti domiciliari medico legali per i casi di infortunio sul lavoro e malattia professionale sono di competenza esclusiva dell’Inail.

Si allega il Messaggio n. 1399